Martedì 23 aprile alle ore 18 nella Sala Pardi del Polo Culturale Artemisia in località Tassignano (Capannori, LU) è in programma la presentazione del libro ‘Fulmine è oltre il ponte’, vite sospese al di là della Linea Gotica promossa da Comune di Capannori e Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Provincia di Lucca, in collaborazione con ANPI Lucca.

Dai racconti di un nonno che ha combattuto la Resistenza, tra i boschi e le valli della val di Vara, nasce un romanzo partigiano, in cui si narra del popolo e non dei re, dove i fatti realmente accaduti si fondono con le emozioni di chi le ha ascoltate fin da bambino, con la descrizione dei paesaggi ed i luoghi in cui hanno lottato i partigiani, con la ricerca documentale che l’ha impreziosita, cadenzata dai versi di Italo Calvino: “Non è detto che fossimo santi, l’eroismo non è sovrumano“.

L’iniziativa, alla quale sarà presente l’autore, si aprirà con i saluti del sindaco di Capannori e presidente della provincia di Lucca, Luca Menesini. Sarà presente Giacomo Bini in rappresentanza di ANPI Lucca e l’incontro sarà moderato da Carlo Giuntoli della stessa associazione.

L’iniziativa è nel contesto dei festeggiamenti della festa della Liberazione, patrocinata dal comune di Capannori, che proseguiranno a Colle di Compito, con la cerimonia che si svolgerà giovedì 25 aprile, a partire dalle ore 10.30 nel parco della Rimembranza presso la Chiesa di Santa Maria Assunta, e continueranno venerdì 10 maggio alle ore 18, sempre al polo culturale Artemisia di Tassignano, con la presentazione del libro ‘Il Sarto di Rughi’- Ricordi e appunti di vita di un internato in un campo di prigionia tedesco- (Carmignani editrice) scritto a quattro mani da Virginio Giovanni Bertini e Dante Unti.

Condividi:

Rispondi