Campo di lancio, un blog resistente

Vivere e lasciare un segno

Si dice che nella vita un essere umano debba piantare un albero, scrivere un libro, fare un figlio. Quando ero ragazzo riportai alla luce un vecchio oliveto del mio bisnonno paterno, posando alcune piante che rimpiazzarono quelle che non sopravvissero al tempo ed all’abbandono. Oggi quelle piante hanno ripreso, con la nostra fatica, a dare poche ma preziose bottiglie d’olio. Mi decisi a raccontare la storia di mio nonno e dei suoi compagni di lotta

La memoria scomoda, la storia su misura

Antifascismo, anticomunismo. Questo è il dilemma? Apparentemente per chi è intento a cancellare un pezzo della nostra storia (e della nostra memoria), sembrerebbe che qui stia il punto. Più che un dibattito pare ci si trovi innanzi un tentativo revisionistico di nuova generazione: se il tentativo di sminuire la Resistenza non è (apparentemente) riuscito, allora perché non minarla in altro modo? A pensar male, diceva quello, si fa peccato, ma c’è il rischio di indovinarla.

Presentazione a Barbarasco con ANPI Tresana

Venerdì 28 giugno 2019, dalle ore 18.30, presso il Circolo ARCI Bacco, in via Roma 5 a Barbarasco, ANPI Tresana organizza un aperitivo letterario: Conversazione sul libro Fulmine è oltre il ponte. Vite sospese al di là della Linea Gotica. 

Presentazione a Marola con i MuratiVivi

Sabato 15 giugno 2019, dalle ore 17.30, sorve a müagià presso i giardinetti di Marola (fronte al pub “The Anchor”) aperitivo letterario e serata musicale Conversazione sul libro Fulmine è oltre il ponte. Vite sospese al di là della Linea Gotica. Dialogherà con l’autore, Massimo Guastini (Associazione MuratiVivi). Seguirà concerto di Othavio e il groove salvavita. 

Difendere la Repubblica dagli oltraggi

Gente del popolo, partigiani e lavoratori, genovesi di tutte le classi sociali. Le autorità romane sono particolarmente interessate e impegnate a trovare coloro che esse ritengono i sobillatori, gli iniziatori, i capi di queste manifestazioni di antifascismo. Ma non fa bisogno che quelle autorità si affannino molto: ve lo dirò io, signori, chi sono i nostri sobillatori: eccoli qui, eccoli accanto alla nostra bandiera: sono i fucilati del Turchino, della Benedicta, dell’Olivetta e di Cravasco,

Per chi suona la campana

Ad imperitura memoria, il giorno dopo una splendida manifestazione antifascista, il sindaco della città della Spezia ha sentito il dovere di esternare, pacatamente, un pensiero. Per gli amici del cosiddetto prete di Piazza Brin devo essere appeso a testa in giù per aver rispettato la Costituzione e il regolamento emanato dalle sinistre! Questa è la loro democrazia… continuerò a rispettare e difendere la nostra Costituzione per il bene di tutti in un paese migliore! P.s. Spero

Il paradosso di un paese a testa in giù

Capita, molto spesso, nei tanti incontri in cui presento il mio libro, di parlare non solo di ciò che fu la Resistenza ma soprattutto della sua eredità, di ciò che ci ha lasciato. Non posso negare che fare un bilancio, oggi, sul lascito che ci hanno consegnato i partigiani è al limite del doloroso, in particolar modo se penso alle generazioni future, al lascito che daremo noi ai nostri figli. “I fascisti reclamano il diritto

Fuori i fascisti dalla Beghi

La casa editrice dei fascisti è stata cacciata dal Salone internazionale del libro di Torino, ma trova ospitalità alla Spezia. Una scelta che disonora la nostra città, insignita della medaglia d’argento al valor militare e della medaglia d’oro al merito civile per i sacrifici delle sue popolazioni e per l’attività nella lotta partigiana. Ennesima dimostrazione di come certa classe dirigente possa essere antifascisti e rispettosi della nostra Costituzione del nostro paese a corrente alternata. Il 25

Non lasciamo spazio al fascismo

Ciò che è avvenuto in questi giorni intorno al Salone internazionale del libro non può che suscitare una riflessione profonda, soprattutto per chi, come me, ha in programma di parteciparvi con un lavoro come “Fulmine è oltre il ponte“, un romanzo nella Resistenza. La decisione di concedere spazio ad una casa editrice vicina a Casapound non è, soprattutto di questi tempi, un fatto che può passare in silenzio, è un grave errore, sul quale chi

Salone internazionale del libro di Torino 2019

Ci vediamo con Fulmine oltre il ponte, 12 maggio al “Salone internazionale del libro“,  che si svolgerà a Torino, presso l’Oval di Lingotto Fiere. Incontreremo i lettori allo Piazza di spaccio di libri della stupefacente Marotta&Cafiero Editori (Padiglione 3 – STAND R116)! Ciò che è avvenuto in questi giorni intorno al Salone internazionale del libro non può che suscitare una riflessione profonda, soprattutto per chi, come me, ha in programma di parteciparvi con un lavoro come “Fulmine è oltre il

Rispondi